Feedback
Ritsu Tainaka 5th...
« tutto perfetto»


vivec

Fakebusters: come riconoscere i falsi

 

Benvenuti nella sezione dedicata alla lotta ai bootlegs!
 
Fate un respiro profondo e preparatevi a leggere tutto d'un fiato:
quello che vi stiamo presentando è un vero e proprio manuale, che speriamo possa esservi d'aiuto per fare chiarezza su questo grande problema dei falsi e delle contraffazioni.
 
Tutto quello che leggerete, è stato pensato e scritto in base alla nostra esperienza, maturata in anni di collezionismo, e perciò puramente personale.
 
Ci auguriamo che possa davvero darvi una mano durante i vostri acquisti e vi auguriamo una Buona Lettura!
 
 
 
Partiamo quindi da una domanda frequente e mai scontata:
perchè comprare solo originali, se un falso costa meno?
 
La risposta è molto semplice, e ve la illustreremo in 4 punti:
 
  1. Vengono danneggiate le case produttrici
  2. Viene danneggiato il mercato italiano -e non- di questo settore, e la sua qualità
  3. I falsi sono prodotti non a norma di legge e possono essere nocivi per la vostra salute
  4. La qualità tra originale e falso non è neanche lontanamente paragonabile
 
Andiamo ora ad analizzarli:
 
1 e 2 ) Le case produttrici ed il mercato vengono danneggiati
 
In questo settore, non esiste una singola tipologia di cliente: può esserci il veterano, presente da anni nel mondo del collezionismo e che segue costantemente novità e uscite, così come può esserci chi vive quest'hobby in maniera occasionale, o ancora chi vi si avvicina per la prima volta.
 
Mentre per la prima categoria è relativamente semplice districarsi tra originali e falsi, gli altri potrebbero non avere i giusti strumenti per farlo, ed il proliferare crescente di falsi non è certo di aiuto.
 
Partiamo da un semplice esempio:
 
Una 'figure A' originale da Shiritori: costo 80 € - un prezzo nella media per questa figures, ma chi non ha esperienza non ha modo di saperlo.
 
Una 'figure B' falsa in un altro negozio: costo 40 € - prezzo decisamente sotto la media.
 
Il cliente meno esperto è ovviamente portato a pensare che sia più conveniente optare per la figure B, e che da Shiritori il prezzo sia sproporzionatamente alto, addirittura il doppio!
 
Cosa succede a questo punto?
Tutti, dalla casa produttrice, al fornitore, al negozio Shiritori subiranno una perdita dalla mancata vendita di quella figure.
Una casa produttrice che non riesca a ricavare abbastanza dalle proprie vendite si vede costretta a ridurre i costi per le nuove produzioni -o per mantenere la qualità dei prodotti-, quindi meno figures sul mercato, meno figures da vendere per i negozianti e meno figures per gli appassionati!
E' proprio questo ciò che volete? Noi crediamo di no!
 
Ma non possiamo addossare colpa ai clienti poco esperti; basterebbe semplicemente che ogni negoziante serio ed affidabile che si definisca tale si rifiuti di vendere falsi ed imitazioni, in questo modo non solo ne gioverebbe il mercato, ma ogni cliente non correrebbe più il pericolo di acquistare, coscientemente o meno, un bootleg.
 
E' per questo che ci battiamo e per questo che abbiamo nel nostro piccolo redatto e diffuso questa guida, perchè ogni cliente, che sia nostro o meno, possa essere sicuro e soddisfatto del proprio acquisto.
 
Basta così poco per migliorare la qualità di questo mercato, e purtroppo basta altrettanto poco per farlo crollare come un castello di carte, solo perchè alcuni antepongono i propri guadagni ed interessi alla qualità (e alla salute!).
 
 
 
3) I falsi non sono a norma di legge e sono potenzialmente dannosi
 
Su questo punto non ci sono scuse, nè attenuanti: i falsi non sono a norma di legge, e mai lo saranno.
 
Per la maggior parte dei Paesi, esiste una normativa che richiede la presenza di etichette e sigilli di qualità, che possano certificare la genuinità del prodotto.
Avete presente quei bollini 'non adatta ai bambini di età inferiore ai 3 anni', ad esempio?
Esistono per un motivo, oltre quello intrinseco sulla pericolosità nei confronti di soggetti vulnerabili (i bambini, appunto), e questo motivo semplicemente è: la legge lo richiede!
 
Una figure importata dal Giappone deve avere un bollino che certifica la provenienza, e deve essere originale (eh sì, possono essere falsificati anche quelli!), secondo la normativa vigente in territorio UE e/o nello stato in cui viene venduta.
 
Tralasciando eventuali negligenze da parte dei controlli in dogana e simili, importare e rivendere falsi è un reato ed un pericolo, sia per i venditori (a livello fiscale e legale) che per i clienti finali (a livello di salute).
 
E' impossibile conoscere l'origine di un bootleg.
E' impossibile sapere in quali condizioni sia stato assemblato ( potrebbe essere state sfruttate delle persone, se avete a cuore i diritti umani dovreste soffermarvi a pensarci ).
E' impossibile sapere di quale materiale sia effettivamente fatto (su questo punto torneremo più avanti).
 
 
4) La qualità non è paragonabile
 
Chiamatelo come volete: replica, bootleg, contraffazione. Un falso resta un falso.
Resta una copia che nulla a che fare con i produttori originali.
Immaginate un quadro ricreato da zero osservando una tela al museo, ma su scala industriale: è ovvio che la qualità ne risenta pesantemente.
La contraffazione di una statua in PVC non è arte, ed i falsari non sono artisti, sono soltanto delinquenti.
 
Anche il bootleg 'migliore' del mondo non potrà mai essere degno dell'originale, particolarmente per prodotti costosi.
Un falso tende a rompersi facilmente, ha un equilibrio spesso precario, sbavature di colore e se esposto a fonti di calore può arrivare a sciogliersi.
 
A quale pro quindi far circolare falsi?
 
Non possiamo ovviamente imporvi una scelta, nessuno può costringervi ad acquistare un originale anzichè un falso, nè possiamo imporvi la nostra visione o darvi bacchettate a suon di moralismo.
Ci teniamo però a far sentire la nostra voce, nella speranza che sempre più persone diventino coscienti del peso che questa loro libertà di scelta.
Ci teniamo a far sì che nessuno venga più danneggiato a causa di persone che inconsapevolmente o furbettamente lucrano con il mercato dei falsi.
--------------------------------------------------------------------------
 
 
Passiamo ora alla parte prettamente tecnica!
 
Come si può riconoscere un falso?
 
Qui vi suggeriamo alcuni trucchi del mestiere e consigli.
 
Le armi a vostra disposizione:
  • Vista e Tatto
  • Prezzo
  • Scatole ed etichette
  • Odore
  • Link utili
 
Partiamo da quest'ultimo punto per fare una piccola premessa: il metodo più veloce per accorgersi della genuinità di una figure è consultare i photoshoot ufficiali dei produttori e confrontarli con la proprio figure.
La Good Smile Company, di cui siamo partner ufficiali dal 2013, aggiorna periodicamente una lista di figures che presenta imitazioni, fornendo alcune dritte per riconoscerle.
 
Ancora più utile è il sito Myfigurecollection, in quanto potrete trovare molti più prodotti e foto.
 
In ogni scheda prodotto ci sono tantissime info. 
Molti utenti si sono organizzati per condividere foto di bootlegs che sfortunatamente hanno acquistato o visto in circolazione.
Se è stato individuato un falso e ci sono delle foto, ci sarà un link rosso denominato Contraffazioni (Counterfeits) dove potete trovare esempi fotografici di falsi della figure in oggetto.
 
 
VISTA E TATTO
 
In un bootleg, il colore può avvicinarsi molto molto alla figure originale, così come può essere completamente diverso.
In quest'ultimo caso, non c'è molto da spiegare: il colore può essere più carico, o al contrario più pallido. In molti casi, la pelle da rosa assume una colorazione sbiadita tendente al grigio.
 
Se il colore nella sua globalità vi sembra che si avvicini di molto a quello dei photoshoot ufficiali ( tenere sempre presente che il monitor deve essere tarato correttamente ), osservate i dettagli: occhi, rifiniture dei vestiti, segni sulle guance.
Tutti i particolari e i dettagli molto piccoli sono potenzialmente indicativi, in quanto di difficile riproduzione.
 
Occore un'osservazione accurata della figure nella sua interezza, qualsiasi cosa non vi convinca potrebbe essere un campanello d'allarme.
Colore e forma degli occhi spesso si differenziano dall'originale, la bocca potrebbe essere più marcata fino a sembrare truccata con un rossetto, o ancora potrebbero esserci sbavature nei passaggi tra un colore all'altro ( esempio, tra pelle e calze ).
 
Alcuni 'errori' possono ovviamente capitare anche nella lavorazione di una figure originale, ma sono molto rari.
In linea di massima, se qualcosa salta subito all'occhio ed appare strano, probabilmente avete davanti un falso.
 
 
 
Il tatto è un elemento più difficile da analizzare, e non particolarmente rilevante come metro di giudizio: potreste accorgervi che la figure è particolarmente ruvida, o nono perfettamente riuscita. In alcuni casi, facendo scorrere la mano sulla figure, questa potrebbe risultare collosa.
 
 
 
 
PREZZO
 
Qui possiamo avere due situazioni:
 
Bootlegs con prezzi estremamente bassi ( ricordate l'esempio di prima? )
Bootlegs con prezzo normale, mascherati da figures originali
 
Per il secondo non è facile intuire l'inganno, ma per il primo caso è davvero facile.
 
A meno che non si tratti di offerte particolari, è molto difficile trovare figures con una certa fascia di prezzo ad un costo nettamente inferiore.
 
Altrimenti tutti venderebbero a prezzo basso, no?
Alcuni esempi:
 
Una figure della serie P.O.P Megahouse di One Piece costa mediamente dai 90-100 € a salire,
non è possibile trovarla a 30-40 €
 
Un nendoroid si trova in media a 40-50 €, qualora ve ne trovaste davanti uno a 15-20 € saprete con certezza che è un falso.
 
 
 
SCATOLA ED ETICHETTE
 
La scatola è un elemento che può essere determinante: non dimenticatevi che anche la scatola viene falsificata, esattamente come ciò che è al suo interno!
Osservatene i colori e, se possibile, usate ancora come riferimento le foto ufficiali o di altri utenti.
 
La scatola può essere stampata con colori sfasati, troppo carichi o troppo poco. 
L'involucro è una componente molto importante nel processo di marketing e le case di produzione devono necessariamente progettare box dai design accattivanti, con i giusti colori. 
Una scatola con colori smorti, foto del prodotto di dubbia qualità, o scritte stampate male e sfocate deve far molto riflettere.
Inoltre, molto spesso il cartone è più molle, può essere umido al tatto e molto debole; ricordate che le scatole sono fatte per proteggere ciò che sta all'interno. 
 
Non dimenticate inoltre i bollini di qualità, ad esempio quelli semi-olografici: molte figures, specie di case produttrici di rilievo, lo hanno proprio per combattere la pirateria. 
Date un occhio ai falsi: possono averlo anche loro, dato che viene copiato tutto, ma potrebbe non esserci o essere fatto male.
 
Infine, gli importatori ufficiali sono tenuti ad applicare una etichetta - sul retro, sotto o sopra - con le loro generalità, per garantire l'origine certificata del prodotto. 
Questo ovviamente vake per i prodotti di importazione europea.
 
 
 
ODORE
 
E' forse la prima cosa che può saltare al naso e il primo vero segnale di un falso.
Ogni figure originale appena estratta ha il classico odore di PVC che la accompagna per giorni, forse anche settimane.
 
I falsi possono avere esattamente l'odore di una figure normale, ma in moltissimi casi hanno un odore forte, per non dire puzza.
Ricordatevi che i falsi non sono fatti di materiale pregiato, ma molto probabilmente di scarti di cui si ignora la provenienza. 
Se puzza davvero tanto appena estratto, allora è sicuramente un bootleg. 
Non c'è figure inodore, ma non c'è nemmeno un originale che vi faccia desiderare una maschera antigas!
 
 
 
 
Trucchi di "prima mano" per soluzioni di emergenza
 
Emanuele Montin (Yin Frozenhumanyogurt Side) sulla nostra pagina Facebook propone un metodo chiaro ed efficace, valido in molti casi.
 
Le linee Figma e Nendoroid sono particolarmente soggette a contraffazioni, dato che non hanno un prezzo elevato e si possono "camuffare" meglio ed in maniera meno evidente.
Queste figures hanno una pellicola di plastica semitrasparente su quasi tutti i pezzi, soprattutto quelli intercambiabili (anche molte figures statiche le hanno).
 
Un trucco veloce che potrebbe salvare l'acquirente da un falso in momenti in cui non è possibile pensarci troppo su (esempio, in fiera) è prendere la scatola e cercare il bollino.
Se l'oggetto è originale avrà il bollino in rilievo, dato che da prassi viene incollato successivamente alla produzione della scatola; molti falsi invece hanno il bollino stampato direttamente sopra.
Ricordate però che non tutte le figures hanno questo bollino.
 
 
 
Altri consigli
 
Fuori dal Giappone è strano trovare figures di Touhou Projects, perchè il detentore del copyright (Zun)non dà l'autorizzazione all'esportazione. Se vedete una figure di Touhou su siti Europei o Americani, o si trattano di copie illegittime acquistate in nero, o falsi,  o più semplicemente tramite import JAP acquistati da negozianti Giapponesi per vie trasversali. L'unico modo legittimo per acquistare figures di Touhou è trovare un canale Giapponese. In nessun caso è corretto rivenderle al di fuori del territorio Giapponese, perchè ciò scavalcherebbe il volere legale di Zun.
Aggiornamento del 2015 sulla nota di Touhou: qualcosa si è sbloccato per le licenze e ora potete trovarne legittimamente alcune, per esempio della Aquamarine e della linea Nendoroid di Good Smile Company. La maggior parte di pezzi di Touhou fatte dalle altre aziende tuttavia non sono disponibili (ad esempio le figures di Touhou della Griffon non possono ancora circolare in distribuzione europea).
 
 
- I falsi si concentrano molto su serie di successo. Attack on Titan per esempio è molto soggetto a contraffazioni. 
 
- Se una figure non ha contraffazioni su Myfigurecollection, non significa che non ne esistano.
 
- Se su di un sito trovate una figure particolare esaurita da tempo, diffidate. 
Possono ovviamente essere prodotto legittimi e residui di magazzino del negoziante, ma se siete a conoscenza di un oggetto super esaurito da mesi o anni, ed introvabile in tutto il net, state attenti se lo trovate quasi per magia in un piccolo negozio USA.
 
- Se un negoziante non ha nulla da nascondere, alla vostra richiesta di foto del prodotto (non chiedete loro di aprirlo però!) lo farà con molto piacere. Non è un grosso strumento, ma non fatevi scrupoli ad usarlo, se non altro per testare la bontà e professionalità del negoziante.
 
- Se vedete una figures che sapete per certo in Giappone deve ancora uscire, e su di un sito o ad una fiera la vedete esposta, è ovviamente falsa!
 
- Una sciocchezza, ma potrebbe mettere in difficoltà un negoziante che intende fare il furbo: chiedetegli candidamente se i suoi prodotti sono originali!
 
 
E RICORDATE: SU SHIRITORI NON TROVERETE MAI UN BOOTLEG!
E ci mancherebbe!
Questi sono i pareri di chi ha comprato da noi!
Sailor Moon Petit...
« Servizio come sempre impeccabile, spedizione veloce e venditore gentilissimo! Sono molto sodd ...»


Serena PALMI

Lieselotte sherlo...
« Mi è arrivata in condizioni davvero eccellenti action figure davvero spettacolare, è già il s ...»



Game of Thrones P...
« Arrivato subito e in ottime condizioni, gentilissimi e disponibili! Ottimo sito e ottima merc ...»



Get This Widget At Cool Blog tricks
Birmingham Web Development
Contact Us